Futurismo anni 50 

Con gesti lenti e solenni Dwar Ev procedette alla saldatura -in oro- degli ultimi due fili…e s’accostò alla leva che avrebbe collegato in un colpo solo, tutte le gigantesce calcolatrici elettroniche di tutti i pianeti abitati dell’universo -96 miliardi di pianeti-  formando il super circuito da cui sarebbe uscita la supercalcolatrice, un’unica macchina cibernetica racchiudente tutto il sapere di tutte le galassie…

Dwar Ev abbassò la leva…fece un passo indietro e trasse un profondo respiro.

-L’onore di porre la prima domanda a te, Dwar Reyn.

-Grazie, -disse Dwar Reyn- Sarà una domanda cui nessuna macchina cibernetica ha potuto da sola rispondere. Tornò a voltarsi verso la macchina.

-C’è Dio?

L’immensa voce rispose senza esitazione, senza il minimo crepitio di valvole o condensatori.

-Sì: adesso, Dio c’è.

Il terrore sconvolse la faccia di Dwar Ev, che si slanciò verso il quadro di comando. Un fulmine sceso dal cielo senza nubi lo incenerì, e fuse la leva inchiodandola per sempre al suo posto.

Da “La risposta” di Fredric Brown